Beata ignoranza

Lei: “Oh, ma come stai bene!! Sei dimagrita!”
Io: “Ehm…be’…sai…veramente…”
Lei: “Oh, ti leggo sempre, giuro. Ho i tuoi blog tutti salvati, è uno spasso leggerti, però non sapevo di quella malattia…”
Io: “Quale malattia?”
Lei: “Quella…dài, come si chiama, le hai dedicato pure quel blog…”
Io: “Ah, l’essere Civitavecchiese?”
Lei: “No, scema, dài, quella del v…” e mima il gesto di vomitare per non dire la parola, come se la rappresentazione con tanto di effetti sonori fosse l’alternativa meno violenta.
Io: “Non è una bestemmia, puoi dirla: è la paura di vomitare, si chiama Emetofobia. Ecco perché cammino praticamente a mezza altezza e sono dimagrita…”
Lei: “Ah…eh…epperò qualcosa di positivo c’è, no?”
Io: “Cosa?”
Lei: “Il fatto che tu sia dimagrita! Sai, con l’estate, la prova costume!”

E’ vero, questa cosa è proprio positiva: al mare ci andrò strisciando de panza come una foca, ma almeno avrò un ventre talmente piatto con cui poter realizzare il mio più grande sogno: piallare l’intera spiaggia e farla diventare una pista da bowling con tendenze da autodromo di Monza.

Mi invidieranno tutti, sicuro. -___-‘

15 commenti
  1. Cerino
    Cerino dice:

    Coraggio pika… la gente che “non ha mai avuto niente” fa proprio fatica a comprendere i problemi altrui. A volte penso non lo facciano nemmeno con cattiveria..è proprio l’impossibilità di arrivarci…

  2. Marina
    Marina dice:

    -____- Ah beh, la prova costume, certo. Pika, come hai fatto a non pensarci?

    Non ho parole…

  3. Pikadilly
    Pikadilly dice:

    @ Cerino
    Già, anche io lo penso. Non gliene faccio nemmeno una colpa, però a volte mi verrebbe voglia di lanciare loro le noccioline e ringraziarli per esistere. 😀

    @ Marina
    Me lo chiedo anche io, devo frustarmi per questo. 😀

  4. Aldo
    Aldo dice:

    @ Pikadilly:
    “Io ti leggo sempre”
    “Quella, dai… come si chiama…”

    E menomale che ti legge sempre. 😀

  5. Pikadilly
    Pikadilly dice:

    @ Aldo
    O ha la memoria a lungo termine lesionata o lo ha detto solo per farmi credere che lei in qualche modo mi è vicina, in ogni caso si è insaccata da sola. 😀

  6. recenso
    recenso dice:

    Che tipa…. l’avrei mandata subito a tuffarsi in mare ancorata ad una bella pietrona.. 😀

  7. Sergio
    Sergio dice:

    Ci sono sempre dei lati positivi, per esempio, con un elettroencefalogramma piatto la messa in piega dura di più.

  8. Patrizia
    Patrizia dice:

    Io non ho parole…ma forse non lo fanno neanche per cattiveria;chi non soffre non può capire la sofferenza degli altri…Non sei sola tesoro…tu quest’estate ci andrai strisciando,io non mi azzardo neanche,perchè farei ribrezzo a chi mi sta intorno tanto sono dimagrita e con il pimo “colpo di sole” rischierei di andare gi come una pera cotta…speriamo vengano periodi migliori.:)
    Ti abbraccio amica;)

  9. Aldo
    Aldo dice:

    @ Pikadilly:
    Se la ribecchi:
    tu: continui a seguire il mio blog?
    lei: quale?
    tu: non quello su civitavecchia, l’altro…
    lei: ah, quello… v.
    tu: sì, esatto quello sull’emetofobia
    lei: certo che lo seguo
    tu: ah, strano…
    lei: perchè?
    tu: sei così serena…
    lei: non dovrei?
    tu: se mi leggi sempre no. 😀

  10. Pikadilly
    Pikadilly dice:

    @ recenso
    In puro stile Don Vito Corleone. 😀

    @ Sergio
    Pure tu c’hai ragione. 😀

    @ Patrizia
    Nemmeno io ci vado, come non ci vado ormai da anni. Non posso permettermelo, sono troppo debole, anche se ad occhio nudo non si direbbe perché non sono un’acciughina (quando sto a casa e tranquilla mangio come un bove). 😉

    Un abbraccio anche a te. 😉

    @ Aldo

    Mi hai dato un’idea. 😀 😀 😀

  11. Youlistic
    Youlistic dice:

    Quella di fare la pista col ventre è eccezionale, mentre quella del camminare a metà altezza non l’ho capita.

    Affrontare seriamente qualcosa di indiano tipo yoga, meditazione,… ? Premetto che a me gli occidentali che si dedicano a discipline orientali con vezzo esoterico non piacciono ma, olisticamente parlando, potresti trovare tecniche per la salute che sono millenni avanti rispetto la medicina di qui.

    Ma queste discipline implicano il mettere in secondo piano sia ego che pensieri (anche se raffinati e dotti)…

    Spero di non essere andato contro il disclaimer (a proposito, c’è un refuso nel termine, qui sopra il form).

    Un saluto

  12. recenso
    recenso dice:

    Giuro che io non c’entro(ricordando l’aneddoto che ti raccontai su meemi) 😀

  13. Pikadilly
    Pikadilly dice:

    @ Youlistic

    Eheheheh, a metà altezza vuol dire che mi sento talmente debole da camminare incurvata, vinta dalla forza di gravità. 😉

    Ci avevo pensato a quelle discipline, se non altro per calmarmi un po’, tu hai mai provato? Se sì, come ti sei trovato? 😉

    Per il refuso, adesso provvedo, grazie mille. 😉

    @ recenso
    Tu c’entri sempre. 😀

  14. Youlistic
    Youlistic dice:

    @Pikadilly

    No, non ho mai provato a “studiare” e farmi insegnare cose da chi non le conosce nemmeno lui.

    Ci sono capitato per non so quale destino, nell’illuminazione, lo stato di meditazione trascendentale supremo mi veniva naturale, forse perchè il mio cervello era quasi morto (assenza di attività cerebrale = obiettivo agognato da chi pratica la meditazione).

    Posso solo dirti che quando ti connetti col cosmo? fonte energetica? divino? dimensione quantica? ecc. vieni guarita di tutto.

    E’ cosi che accadono i “miracoli” quelli cui la scienza occidentale non sa pronunciarsi in merito.

    Ciao

I commenti sono chiusi.