Spesso (che sta per “sempre”) parlo di un certo Dr House nei miei post, e molti mi hanno scritto chiedendomi – a ragione – se sono realmente convinta di essere in cura dal noto Gregory House, allegando alle mail una lista di psichiatri da chiamare immediatamente.
Così, per evitare di confondere questo House…

…con il “mio” House, è meglio chiarire a chi mi riferisco quando parlo di “Dr House”.

Il Dr House è il mio terapista. Lo appello in questo modo per evitare di dire sempre “il mio terapista” o “il mio spremibrain”.
Del Gregory televisivo il “mio” House non ha nulla. Anzi. Dall’aurea all’aspetto, tutto ricorda in qualche modo Tim Burton:

Tim Burton

Sì, lo so. Avrei potuto chiamarlo Dr Burton, ma quando mi sono resa conto della somiglianza già lo chiamavo House. Insomma, credo che Dr House suoni meglio, rende di più l’idea della professione. No? 😀

Quindi, quando leggete “Dr House” mi riferisco al mio terapista, non al misantropo, se pur molto MMMM, dottore della Tv. 😉