L’indifferente

“Vedi, Pika, tu hai quella roba che chiami emetoqualcosa perché dài troppa importanza agli altri, a ciò che pensano di te, ai giudizi, tutta roba che devi toglierti dalla testa!”
“Be’, ma tutti si preoccupano di come appaiono, altrimenti…”
“No, non è così, vedi me: io mi preoccupo forse di cosa pensano gli altri?”
“Sì.”
“Sbagli. A me non importa niente. La gente dice che questo taglio di capelli mi sta male? E io me lo rifaccio!”
“Ma questo è solo un modo perverso per dare alle persone ancora più importanza!”
“Invece no, io lo faccio per me, per dimostrare che non me ne frega niente.”
“Per dimostrare a LORO, quindi vedi che ti frega?”
“Raccontatela come vuoi, a me non importa niente di quello che dicono gli altri, e tu dovresti fare altrettanto, se no non ne esci più, lo dico per te. Devi ignorare, anche quando ti dicono che sei così o colà, ci passi sopra e te lo dimentichi. Da quando non sento più i giudizi degli altri vivo una pacchia!”
“Sì, hai ragione, però devo dirti una cosa: sei veramente uno STRONZO!”
“…Bau bau bau bau…ma come ti permetti…bau bau bau…e te invece? Che c’hai paura pure de…bau bau bau bau…ma guarda questa, ao!”

Morale: mai farsi dare lezioni di indifferenza da chi sottolinea troppo spesso di non essere interessato al giudizio altrui.

2 thoughts on “L’indifferente

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>